Verdi Talenti


Associazione Culturale Amici di Verdi

Verdi Talenti

Xa Rassegna musicale di giovani interpreti.

Venerdì 28 Aprile 2017, ore 21

Busseto Salone Barezzi

 

Emma Parmigiani

violino

Filippo Di Domenico

violoncello

Pierpaolo Maurizzi

pianoforte

 

Programma

  1. S. Bach (1685-1750) dalla II Sonata per violino solo BWV 1003

– Grave

 

dalla IV Suite per violoncello solo BWV 1010

– Preludio

 

Franz Schubert (1797-1828) Trio n. 2 op. 100 D. 929 in Mi bemolle maggiore (1828)

– Allegro

– Andante con moto

– Scherzo

– Allegro moderato

 

EMMA PARMIGIANI, nata a Parma nel 1997, si è diplomata a 18 anni con il massimo dei voti, la lode e la menzione speciale al Conservatorio “A. Boito” di Parma sotto la guida di Grazia Serradimigni. Ha seguito le masterclass di R. Honeck, R. Turku, I. Grubert, F. Cusano, K. Lessing, I. Rabaglia, Y. Savary e Pierpaolo Maurizzi.

Nel 2013 il Corriere della Sera così ha recensito il suo esordio al Bologna Festival del Kammerkonzert di Alban Berg “Sedici anni e una facilità mostruosa nell’inoltrarsi nell’insidiosissima partitura, con una disinvoltura e un candore che avrebbe incantato l’autore della Lulu”. L’esecuzione della pagina berghiana ha portato Mario Messinis, direttore artistico del Festival bolognese, a invitarla nuovamente con un progetto espressamente pensato per lei con la prima esecuzione assoluta dei Mythes di Karol Szymanowski nella elaborazione per violino e orchestra da camera di Alberto Caprioli.

Nel 2014 ha esordito a Vienna alla Sala Haydn, su invito della Universität für Musik und darstellende Kunst. Il suo repertorio cameristico comprende opere di Mozart, Beethoven, Schubert, Schumann, Brahms, Mendelssohn, Debussy, Ravel, Dallapiccola, Casella, Prokof’ev e Szymanowski, oltre all’Ottetto op. 20 di Mendelssohn eseguito con K. Lessing e Y. Savary, il Sestetto op. 18 di Brahms eseguito con I. Rabaglia e O. Arzilli e il Geister Trio di Beethoven e la Siciliana e Burlesca di Casella eseguiti con Y. Savary e Pierpaolo Maurizzi. Come solista ha esordito nel Concerto di Brahms con l’Orchestra Sinfonica Arturo Toscanini di Parma.

Nel 2015, diciassettenne, è selezionata per la Gustav Mahler Jugend Orchester e compie il Tour primaverile nei primi violini. Nel Tour estivo ricopre il ruolo di Concertino dei violini primi. Nel 2016 è riconfermata suonando sotto la direzione di K. Nagano, J. Nott, H. Blomstedt, C. Eschenbach e P. Jordan, con concerti a Vienna, Salisburgo, Berlino, Dresda, Stoccarda, Amburgo, Lucerna, Bratislava, Madrid, Barcellona, Lisbona, Atene, Amsterdam, Budapest, Aix-en-Provence e Abu Dahbi. “Tecnica eccellente e natura musicale straordinaria”, così Werner Hink, già Konzertmeister dei Wiener Philharmoniker, nel 2106 ha dichiarato al suo riguardo.

Suona un violino Antonio Guadagnini del 1881, grazie al progetto “Adopt a musician”, una delle iniziative ideate e gestite da MusicMasterpieces.

 

 

FILIPPO DI DOMENICO, diplomato al Conservatorio “Casella” dell’Aquila, si è laureato col massimo dei voti e la lode al Conservatorio “Morlacchi” di Perugia con Francesco Pepicelli. Ha frequentato i corsi delle Accademie di Biella, Imola e Portogruaro con U. Clerici, S. Cerrato e G. Gnocchi e frequentato masterclass di violoncello e musica da camera con G. Pretto, K. Bogino, A. Soanea, R. Garioud, E. Dindo, M. Perenyi, F. M. Ormezovski, R. Cazacu, Trio di Parma ed E. Bronzi.

Ha collaborato con l’Orchestra Sinfonica Abruzzese, l’Orchestra Città Aperta, i Solisti Aquilani e i Solisti di Perugia e, in qualità di I° violoncello, con l’Orchestra dei Conservatori Italiani, l’Orchestra Giovanile Abruzzese e le orchestre dei corsi dell’Estate Frentana (Lanciano) e del Collegium Musisum Pommersfelden (Germania) suonando con i direttori Riccardo Muti e Zoltan Koczis. Ha suonato per i festival Sagra Malatestiana di Rimini, Bologna, Enescu di Bucarest, Festival dei Due Mondi di Spoleto, Cesi di Bevagna, Gubbio, Festival delle Nazioni e per la Gioventù Musicale Italiana. Come solista ha suonato con i Musici di Parma.

Da sempre attivo nell’attività cameristica, ha ottenuto vari riconoscimenti col Trio Kleos in vari concorsi cameristici (Citta’ dell’Aquila, Zanuccoli, Crescendo), suonando in Italia e all’estero. Ha frequentato i corsi del Trio di Parma presso la Scuola di Musica di Fiesole e l’ICMA di Duino.

Attualmente frequenta il Biennio di II livello in musica da camera presso il Conservatorio “A. Boito” di Parma con Pierpaolo Maurizzi, grazie al quale ha avuto l’opportunità di partecipare alle master di K. Lessing, Y. Savary, A. Miodini e I. Rabaglia, eseguendo con gli stessi docenti opere di Mendelssohn, Schumann e Brahms.

 

 

PIERPAOLO MAURIZZI, sono stati suoi Maestri L. Proietti, P. Guarino e D. De Rosa. Fecondi si sono rivelati gli incontri con il Trio di Trieste, P. Fournier, D. Kraus, F. Gulli e M. Jones. Dall’affermazione al Concorso J. Brahms di Amburgo nel 1983 ha dedicato la sua vita musicale alla musica da camera. Si è esibito in Europa, USA (esordendo al Dag Hammarskjöld Auditorium dell’O.N.U), Canada e America del Sud. È regolarmente invitato alle Festspiel-Kammerkonzert della Bayerische Staatsoper di Monaco, e nei Festival di Salisburgo, Recklinghausen, Gmunden, Praga, Guanajuato, Manaus, Oporto, Palermo, Wiener Festwochen, Ravenna, Bologna, Michelangeli di Brescia e Bergamo, Delle Nazioni di Città di Castello dove tiene il corso di Musica da Camera, Monteverdi di Cremona e Biennale di Venezia. Come solista ha suonato sotto la direzione di U. B. Michelangeli, M. Eichenholz, P. Hirsch, G. Magnanensi, K. Martin ed E. Pomarico. Insegna Musica da Camera al Conservatorio „A. Boito“ di Parma.

 

908)                          Zigeunerweisen

(Fantasia su temi gitani)

Info

Informazioni

Museo di Casa Barezzi
Via Roma 119 – Busseto(PR)
Tel. e fax. 0524/931117 oppure 339/4449414
info@museocasabarezzi.it

info@amicidiverdi.it

Ufficio Informazioni e Accoglienza Turistica
Piazza Giuseppe Verdi, 10 – 43011 Busseto (PR)
Tel. 0524.92487
info@bussetolive.com